La varietà e classificazione delle noci in guscio

Pubblicazione 14 Gen 2020

La varietà e classificazione delle noci in guscio

noci in guscio

Già da qualche anno la corretta alimentazione e l’attenzione al benessere sono argomenti sulla bocca di tutti e, in questo contesto, la frutta secca sta vivendo un periodo di grande riscoperta.

Ogni giorno, infatti, si sente parlare di frutta secca e delle sue proprietà benefiche: consumata in un regime alimentare bilanciato, tal quale o all’interno di preparazioni e ricette, rappresenta una fonte inestimabile di micro e macronutrienti utili al mantenimento dello stato di salute.

Quando si parla di frutta secca non si può certamente fare a meno di parlare della regina della frutta secca: la noce.

La regina non a caso infatti, nonostante esistano diverse tipologie di piante appartenenti alla famiglia delle Junglandaceae, l’interesse agronomico si concentra intorno alla specie Juglans regia, il cosiddetto noce comune o noce europeo. L’aggettivo “regia” significa appunto “regale, degna di un re”, mentre il nome Juglans deriva dal latino Iovis glans (ghianda di Giove) probabilmente a testimonianza del grande valore dei suoi frutti e dello stretto legame che storicamente questa pianta aveva con la religione, la divinità e la spiritualità.

Il noce infatti è una pianta antichissima, le prime tracce del consumo dei suoi frutti da parte dell’uomo risalgono ad oltre 9000 anni fa, e oggi viene coltivata in tutto il mondo.

Il ruolo di leader di mercato è riservato alla Cina, ma altri importanti paesi produttori sono gli Stati Uniti seguiti da Francia, Sud-America (in particolare Argentina e Cile) e Italia ed ogni paese ha le sue cultivar peculiari.

Per cultivar si intende il nome con cui vengono indicate le varietà agrarie di piante coltivate, dunque anche le diverse tipologie di noci hanno le loro caratteristiche specifiche:

_ Negli Stati Uniti le varietà di noci più coltivate sono: la Hartley, una delle più antiche in commercio, la Franquette, di origine francese, la Eureka, la Payne, una varietà scoperta nel 1898, la Howard e la Chandler, queste ultime sono due varietà di noci californiane brevettate.

_ In Francia, invece, troviamo le varietà Franquette, considerata la migliore noce francese per l’eccellente qualità del frutto, Parisienne, Soleze (o Argor), Mayette, la varietà più diffusa in Francia, la Noce di Grenoble, che vanta la certificazione AOP (appellazione di origine protetta), Lara, la cui origine ancora non è ben chiara, e Meylannaise.

_ In Italia le varietà più celebri sono la Noce Chandler e la Noce di Sorrento, la più diffusa e pregiata, ma si trovano anche la Noce Comune, la Malizia, la Corniciola, la Noce Tardiva (O San Giovanni), la Noce Bleggiana e la Noce Feltrina.

Nonostante le noci di varietà italiane godano di elevati standard qualitativi, la varietà Chandler viene oggi massivamente coltivata anche su territorio italiano in quanto questa cultivar è caratterizzata da requisiti agronomici innovativi e qualitativamente non ha nulla da invidiare alle varietà italiane.

La noce Chandler produce frutti sia sui germogli apicali che laterali, pertanto la sua produttività è di gran lunga superiore rispetto alle varietà impiegate nella nocicoltura tradizionale italiana, e questo è molto importante per far fronte alle richieste di mercato.

Rispetto alle varietà italiane è una cultivar molto resistente ad infezione batteriche, ed è poco suscettibile a malattie anche rispetto ad altre varietà americane.

I frutti sono di grandi dimensioni, ovali, lisci e ben sigillati, di circa 13,2 grammi di peso. Il gheriglio è di alta qualità, generalmente di colore estremamente chiaro.

A partire da metà anni 1985 e nel giro di pochi decenni la nocicoltura nella penisola aveva subito un forte ridimensionamento delle superfici coltivate a noceti trasformando l’Italia da paese autosufficiente ad importatore di noci in guscio. Negli ultimi anni invece grazie a forti investimenti e all’introduzione delle cultivar americane anche nel nostro paese si sta svoltando verso un nuovo modello di nocicoltura che si differenzia per una migliore messa a punto delle tecniche agronomiche e ad un conseguente aumento delle realtà produttive.

Acquistando le noci Chandler italiane in guscio di Frutta e Bacche scegli di sostenere i piccoli agricoltori italiani che hanno a cuore la genuinità e la bontà del prodotto. Le nostre noci provengono infatti dall’azienda agricola Caci che si trova nella zona di Imola.

  • Noci Italiane in guscio 2.5kg

    [LE NOCI TORNERANNO CON IL NUOVO RACCOLTO DI NOVEMBRE]. DISPONIBILI LE NOCI ITALIANE BIO IN GUSCIO: https://www.fruttaebacche.it/linea-biologica/noci-in-guscio-biologiche-258.html -- Acquista online le Noci in guscio Italiane varietà chandler calibro piccolo 28-30 (più piccolo rispetto alle noci vendute a novembre 2019).  Sostieni l’agricoltura...

Sostenendo la nocicoltura italiana fai del bene a te stesso e al nostro territorio.