Nuovo
Nocciole Tostate e Pelate Italiane Visualizza ingrandito
Nocciole Tostate e Pelate Italiane

Nocciole Tostate e Pelate Italiane

Energetica, nutriente e rimineralizzante, la nocciola è perfetta per chi pratica sport, chi necessita di molta concentrazione o semplicemente si sente “giù di tono” sia a livello fisico che mentale.
100 g di nocciole pelate contengono (dati USDA):
–       5,550 mg di manganese, pari al 278% del VNR (valore nutritivo di riferimento): contribuisce al normale metabolismo energetico.
–       15,28 mg di vitamina E, pari al 127% del VNR, che contribuisce alla protezione delle cellule dallo stresso ossidativo;
Ingredienti: nocciole pelate italiane

Maggiori dettagli

ECO02003

Aggiungi alla lista dei desideri



Spedizione gratuita oltre i 40€

Solo prodotti genuini e garantiti

Paga in tranquillità, 100% sicuro
Ingredienti Nocciole
Peso 250g
DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE valori medi per 100 g:
Energia kJ 2778 / kcal 673
Grassi 62.4 g
di cui acidi grassi saturi 4.5 g
Carboidrati 8.2 g
di cui zuccheri 4.9 g
Fibre 9.4 g
Proteine 15.0 g
Sale 0.00 g
Rame 1.75 mg (175% VNR)
Manganese 5.55 mg (278% VNR)
Vitamina B9 (Folacina) 88 µg (44% VNR)
Vitamina E 15.28 mg (127% VNR)
Origine Italia
Fonte USDA National Nutrient Database for Standard Reference
Indicazioni I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.
Nutrienti Vitamina E, Manganese

Il nocciolo (Corylus avellana) è una pianta appartenente all’antichissima famiglia delle Betulaceae, che vive e fruttifica allo stato selvatico in tutta Europa, in particolare sulle colline e sulle pendici dei monti, lungo sentieri e ruscelli.

Il nocciolo allo stato naturale assume un aspetto cespuglioso, dell’altezza massima di 5-6 m. Le foglie sono di forma ovale-cuoriforme con margine seghettato, larghe circa 6-10 cm.

L’epoca di fioritura per il nocciolo è sicuramente “fuori stagione”, poiché avviene in pieno inverno. Il frutto (la ben nota nocciola) è avvolto da brattee da cui si libera a maturazione. Esso è usato sia nell’alimentazione che nell’industria dei colori e in profumeria.

La coltivazione è localizzata in quattro aree principali: una delle più importanti si trova sulla costa meridionale del Mar Nero, la seconda inItalia, la terza in Spagna e la quarta nella parte occidentale del Nord America.

Le nocciole generalmente si consumano essiccate e leggermente tostate per ottenere una più facile eliminazione della pellicola superficiale e per sviluppare maggiormente gli aromi in esse contenuti.

I maggiori utilizzatori di nocciole sono gli Svizzeri (2 kg/persona all’anno), che le utilizzano come ingrediente per il cioccolato.

Ogni anno a Massaquano (NA) il 12 dicembre, per la vigilia di Santa Lucia, si tiene dal tetto della chiesa il tradizionale e plurisecolare lancio delle nocciole, adottate a simbolo delle pupille degli occhi, in onore della santa protettrice della vista.

 

Fonti:

 

Nutspaper “Nocciola” 3/2010

Nutspaper “Nocciole” 2/2013

http://it.wikipedia.org/wiki/Corylus_avellana

Il nome del genere deriva dal greco κορις = elmo, per la forma dell’involucro che ricopre il frutto, oppure da kurl, nome celtico della pianta, mentre l’epiteto della specie avellana deriva da Avella, città famosa fin dall'antichità per la bontà delle sue nocciole.

Il nocciolo è stato tra i primi fruttiferi utilizzati e poi coltivati dall'uomo per soddisfare le proprie esigenze alimentari: la sua comparsa nell'area del Mediterraneo e dei Balcani risale alla preistoria: si tratta di una delle principali specie arboree che hanno colonizzato le terre emerse dopo l’ultima glaciazione (10000 anni fa), quindi molto prima dell’olivo e della vite.

L’approfondimento delle tecniche di coltivazione e di propagazione è avvenuto fin dal IV secolo a.C., ma la coltivazione e diffusione delle varietà più interessanti ai fini produttivi e commerciali è avvenuta solo dopo il 1900, quando cominciò ad essere coltivato in maniera intensiva.

Apprezzato dai greci e dai romani per i suoi frutti nutrienti, il nocciolo era ritenuto una pianta dalle doti benefiche o addirittura magiche, tanto che è stato frequentemente associato al mistero e al soprannaturale: infatti la bacchetta degli dei, quella usata per la ricerca dell’acqua nel sottosuolo, per l’individuazione dei filoni dei metalli preziosi e per la scoperta dei tesori nascosti era di legno di nocciolo.

Nel nord Europa si credeva che il nocciolo proteggesse dai fulmini e dalle fattucchiere. Le nocciole erano considerate dai cinesi uno dei 5 nutrimenti sacri conferiti da Dio all'uomo ed erano indicate dal medico greco Dioscoride come rimedio contro i morsi degli animali velenosi e per curare le verminosi, la tosse persistente e l’uricemia; nelle cerimonie matrimoniali erano l’emblema della fecondità.

Virgilio ricorda che il nocciolo era onorato più della vite, del mirto e anche dell’alloro; era ritenuto dai romani simbolo di pace e di riconciliazione.

Fonti:

Nutspaper “Nocciola” 3/2010

Nutspaper “Nocciole” 2/2013

http://it.wikipedia.org/wiki/Corylus_avellana

I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

La nocciola è ricca di grassi insaturi, fibre, minerali, vitamine e fitonutrienti.

Per questo il suo consumo regolare è generalmente associato alla riduzione della concentrazione di colesterolo nel sangue e ad una diminuzione del rischio cardiovascolare.

Grazie all'elevato contenuto di Vitamina E, antiossidante naturale per eccellenza, un consumo regolare di nocciola contrasta l’azione deiradicali liberi contribuendo a preservare bellezza e salute. Energetica, nutriente e rimineralizzante, la nocciola è perfetta per chipratica sport, chi necessita di molta concentrazione o semplicemente si sente “giù di tono” sia a livello fisico che mentale.

Nonostante l’elevato apporto calorico, se assunta nelle dosi consigliate – 15 grammi al giorno circa – la nocciola non determinerebbe alcun aumento di peso, poiché contiene molte fibre e proteine a fronte di un basso indice glicemico, favorisce il senso di sazietà riducendo l’introduzione di altre calorie e porta a un aumento del dispendio energetico.

Inoltre le nocciole risultano particolarmente apprezzabili per il loro profilo lipidico: circa il 40% del contenuto lipidico delle nocciole è costituito da acidi grassi monoinsaturi, con un più alto rapporto monoinsaturi/polinsaturi rispetto alle mandorle e alle noci.

Tali grassi monoinsaturi contribuiscono a mantenere il colesterolo LDL (il cosiddetto “colesterolo cattivo”) a bassi livelli nel circolo sanguigno, mentre innalza i livelli del colesterolo HDL (colesterolo “buono”).

In uno studio condotto in Nuova Zelanda si è preso un campione di volontari leggermente ipercolesterolemici chiedendo loro di aggiungere, alla normale dieta, una quantità di nocciole pari a 30 g per 4 settimane. I risultati hanno mostrato l’effetto positivo del consumo delle nocciole sul profilo lipoproteico e sulle concentrazioni di α-tocoferolo1.

La nocciola è contenuta nell'elenco degli allergeni alimentari (allegato 2 sez III D. Lgs. 109/1992 e s.m.i).

1 Tey SL, Brown RC, Chisholm AW, Delahunty CM, Gray AR, Williams SM. Effects of differentforms of hazelnuts on bloodlipids and α-tocopherolconcentrations in mildlyhypercholesterolemicindividuals. European Journal of ClinicalNutrition [2011, 65(1):117-124]

Fonti:

Nutspaper “Nocciola” 3/2010

Nutspaper “Nocciole” 2/2013

http://it.wikipedia.org/wiki/Corylus_avellana

I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

Opinioni


Clicca qui per lasciare una recensione




Prodotti nella stessa categoria

Frutta e Bacche | Frutta Secca, Disidratata, Essiccata e Bacche https://www.fruttaebacche.it/img/frutta-e-bacche-logo-14894184731.jpg Frutta e Bacche
Euro Company Srl - Via Faentina 280/286, Godo, 48026 - Russi (RA) - Italia
Telefono: (0039) 0544 - 416711
Email: info (at) fruttaebacche.it