Nuovo
Mango essiccato Visualizza ingrandito
Mango essiccato

Mango essiccato

Il Mango naturale è il frutto che viene dai Tropici, fonte di Rame che contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario

Le nostre analisi nutrizionali hanno messo in evidenza che 100 g di mango essiccato - disidratato contengono:

  • 0,402 mg di rame, pari al 40% del VNR (valore nutritivo di riferimento): che contribuisce anche alla normale pigmentazione di pelle e capelli
  • 134 µg di vitamina A, pari al 17% del VNR, che contribuisce al normale metabolismo del ferro
  • 6.0 mg di fibre alimentari

Ingredienti: Mango essiccato, disidratato senza zucchero aggiunto. Conservante: anidride solforosa.

Maggiori dettagli

7,80 € Iva incl.

Ordina OGGI e ricevi

tra Domani e mercoledì 25

Aggiungi alla lista dei desideri



Spedizione gratuita oltre i 40€

Solo prodotti genuini e garantiti

Paga in tranquillità, 100% sicuro
Ingredienti mango, conservante: anidride solforosa.
Peso 250g, 2.5kg
DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE valori medi per 100 g:
Energia kJ 1385 / kcal 327
Grassi 1.4 g
di cui acidi grassi saturi 0.4 g
Carboidrati 73.3 g
di cui zuccheri 61.8 g
Fibre 6.0 g
Proteine 2.3 g
Sale 0.15 g
Rame 0.402 mg (40% VNR)
Vitamina A (retinolo equivalente) 134 µg (17% VNR)
Origine Ghana
Fonte analisi Euro Company
Indicazioni I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.
Nutrienti Vitamina A, Rame, Fibre

Il mango (Mangifera indica), è un albero appartenente alla famiglia delle Anacardiacee, originario dell’India e coltivato in tutte le zone tropicali, alto fino a 35-40 metri e con una chioma di anche 10 metri di diametro.


Il mango è attualmente coltivato in molte aree tropicali e nelle zone temperate subtropicali; quasi la metà della produzione mondiale di mango è coltivata nella sola India.
Quando sono giovani le foglie sono di colore variabile, arancio/rosa, che diviene rapidamente vinaccia per cambiare finalmente al verde quando sono mature. Il colore del fiore è bianco rosato, con un odore che ricorda il mughetto. Pochissimi dei fiori sviluppano il frutto, che presenta una cascola elevata.

Il frutto è ovoidale, ha la polpa gialla/arancio, compatta, molto profumata e gustosa. La sua buccia può assumere diverse tonalità: verde, giallo, rosso, oppure un miscuglio di questi colori. Il peso di un mango può arrivare anche ad 1 chilogrammo, ma solitamente in commercio è possibile trovarli da 300-500 grammi. Il nocciolo occupa buona parte del frutto, ha una forma ovoidale e una lunghezza di 7-8 centimetri. I frutti maturi e con la buccia hanno un odore resinoso e caratteristico.
Il mango maturo è generalmente dolce, anche se il sapore e la consistenza variano a seconda delle cultivar. Alcune hanno una consistenza morbida e polposa, simile a quella di una prugna molto matura; altre invece hanno una consistenza più solida, come quella di un melone o di un avocado.

I mango sono ampiamente usati in cucina. Il mango acerbo insieme ad altri ingredienti forma il chutney, condimento molto diffuso in India per accompagnare la carne, oppure può essere mangiato crudo con sale o salsa di soia. Una bibita estiva rinfrescante chiamata panna o panhaviene realizzata con i mango. Sebbene i frutti maturi vengano principalmente mangiati freschi, essi vengono usati anche in alcune ricette. L’Aamras è una bibita popolare fatta con mango e zucchero o latte, ed è bevuta accompagnata col pane. Il frutto maturo è anche aggiunto a prodotti come il muesli. I mango possono essere usati per fare succhi, nettari, e per dare sapore o essere il principale ingrediente in sorbetti e gelati. I mango acerbi possono essere mangiati col bagoong (specialmente nelle Filippine), salsa di pesce, o con un pizzico di sale.
I mango rappresentano circa la metà della produzione complessiva mondiale di frutta tropicale. Le 10 nazioni con la maggiore produzione coprono l’80% della produzione mondiale.

Fonti:

https://it.wikipedia.org/wiki/Mangifera_indica
https://en.wikipedia.org/wiki/Mango

La parola “mango” deriva dalla parola Tamil maangai dalla quale, attraverso il Malayalam fino al portoghese, si ha manga. La prima attestazione della parola in una lingua europea si trova nel 1510 in un testo di Ludovico de Varthema in italiano.

Il mango appare in molte leggende indiane e tutt'oggi viene considerato sacro agli Indù e usato come ornamento per i loro templi.

Fu introdotto nel IV secolo a.C. nell'est asiatico e, a partire dal X secolo d.C., diffuso nell'Africa orientale. Il viaggiatore marocchino del quattordicesimo secolo Ibn Battuta lo riporta come presente a Mogadiscio. Nel Seicento i portoghesi lo esportarono in America del Sud.

Quando il mango è stato importato nelle colonie americane, nel XVII secolo, doveva essere in salamoia per mancanza di refrigerazione. Altri frutti, ugualmente conservati in salamoia, iniziarono ad essere chiamati “mangoes”, soprattutto i peperoni, e, dal XVIII secolo, la parola “mango” è diventata un verbo che significa “mettere in salamoia”.

Il mango è il frutto nazionale dell’India, del Pakistan e delle Filippine.

Nell'induismo un frutto di mango perfettamente maturo è tenuto in mano da Ganesha come simbolo di perfezione. Le infiorescenze di mango sono anche usate nei riti della dea Saraswati.
Le foglie di mango sono usate per decorare le architravi e le porte durante i matrimoni e le celebrazioni come il GaneshChaturthi. Motivi a forma di mango sono ampiamente diffusi in diversi stili indiani di tessitura.

L’ imperatore Moghul Akbar (1556-1605 dC) si dice che abbia piantato un frutteto di mango con 100.000 alberi in Darbhanga, India orientale.

Fonti:
https://it.wikipedia.org/wiki/Mangifera_indica
https://en.wikipedia.org/wiki/Mango

I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

Il mango è ricco di fitochimici e nutrienti1.

Fino a 25 diversi carotenoidi sono stati isolati dalla polpa del mango, il più presente dei quali è il beta-carotene, responsabile della pigmentazione giallo-arancio dei frutti di molte specie di mango2.

La buccia del mango essiccata e i suoi semi sono utilizzati anche nella medicina ayurvedica3.

La buccia e le foglie presentano anche un notevole contenuto di polifenoli4.

Un estratto di corteccia proveniente dai rami del mango, chiamato Vimang, isolato da scienziati cubani, contiene numerosi polifenoli con proprietà antiossidanti5,6.

La buccia del mango contiene urushiol, l’olio che si ritrova anche in specie come l’edera velenosa e che può causare dermatiti da contatto nei soggetti sensibili7.

Le nostre analisi nutrizionali hanno messo in evidenza che 100 g di mango essiccato contengono:

- 0.402 mg di rame, pari al 40% del VNR (valore nutritivo di riferimento);

- 134 μg di vitamina A, pari al 17% del VNR;

- 6.0 g di fibre alimentari.

Il rame ha molteplici attività: contribuisce al normale metabolismo energetico, al mantenimento di tessuti connettivi sani e al buon funzionamento del sistema nervoso. Contribuisce alla normale pigmentazione di pelle e capelli, al trasporto di ferro nell'organismo, alla normale funzione del sistema immunitario e alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo8.

La vitamina A, peraltro, contribuisce al buon metabolismo, al mantenimento della pelle e di membrane mucose sane e al mantenimento di una buona capacità visiva. La vitamina A contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario e interviene nel processo di specializzazione delle cellule8.

1 Ajila CM, PrasadaRao UJ (2008). “Protectionagainsthydrogenperoxideinducedoxidativedamage in raterythrocytes by Mangifera indica L. peelextract”. Food ChemToxicol 46 (1): 303–9.

2 Chen JP, Tai CY, Chen BH (2004). Improvedliquidchromatographicmethod for determination of carotenoids in Taiwanese mango (Mangifera indica L.). J Chromatogr A 1054 (1–2): 261–8.

3 D.DevikaBal (8 May 1995). “Mango’s wide influence in Indian culture”. New Strait Times. Retrieved 4 September 2013.

4 Barreto JC, Trevisan MT, Hull WE, et al. (2008). “Characterization and quantitation of polyphenoliccompounds in bark, kernel, leaves, and peel of mango (Mangifera indica L.)”. J Agric Food Chem 56 (14): 5599–610.

5 Rodeiro I, Cancino L, González JE, et al. (2006). Evaluation of the genotoxicpotential of Mangifera indica L. extract (Vimang), a new natural product with antioxidantactivity. Food ChemToxicol 44 (10): 1707–13.

6 Pardo-Andreu GL, Philip SJ, Riaño A, et al. (2006). “Mangifera indica L. (Vimang) protectionagainstserumoxidative stress in elderlyhumans”.ArchMed Res 37 (1): 158–64. doi:10.1016/j.arcmed.2005.04.017.

7 Rocha Ribeiro SM, Queiroz JH, Lopes Ribeiro de Queiroz ME, Campos FM, Pinheiro Sant’ana HM (2007). Antioxidant in mango (Mangifera indica L.) pulp. PlantFoodsHumNutr 62 (1): 13–7. “However, the mango peelhaspropertiessimilar to sumac or poisonivy, resulting in allergicrashesaround the mouth, eyes, cheeks, and genitaliaif the urushioloilis spread. Washing the affected area five minutes aftercontactshouldprevent some of the symptoms. Symptoms can be swelling, formation of yellowsores, redness, and ifunmaintained, may be subjected to bacterialinfection.”.

8 Regolamento (UE) n. 432/2012 della Commissione, del 16 maggio 2012 – relativo alla compilazione di un elenco di indicazioni sulla salute consentite sui prodotti alimentari, diverse da quelle facenti riferimento alla riduzione dei rischi di malattia e allo sviluppo e alla salute dei bambini

Fonti:

https://it.wikipedia.org/wiki/Mangifera_indica
https://en.wikipedia.org/wiki/Mango

I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

Opinioni

Filtro recensioni


Clicca qui per lasciare una recensione


rating Buono
Cetti a. il giorno 17/10/2017 Buone
rating .
Gustavo R. il giorno 09/10/2017 .
rating Ottimo
pierpaolo d. il giorno 21/09/2017 Leggermente gommoso ma credo sia x forza cosi. Gusto ottimo!
rating Buono
Manuela b. il giorno 13/09/2017 Buonissimo
rating Ottimo
Enrica f. il giorno 14/07/2017 Frutta selezionata di ottima qualità a un prezzo competitivo.
rating Mango Disidratato
Manes C. il giorno 10/06/2017 Buonissimo! Naturale e senza zucchero.
  


Prodotti nella stessa categoria

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Frutta e Bacche | Frutta Secca, Disidratata, Essiccata e Bacche https://www.fruttaebacche.it/img/frutta-e-bacche-logo-14894184731.jpg Frutta e Bacche
Euro Company Srl - Via Faentina 280/286, Godo, 48026 - Russi (RA) - Italia
Telefono: (0039) 0544 - 416711
Email: info (at) fruttaebacche.it