Nuovo
Noci Chandler mezze Sgusciate a mano Visualizza ingrandito
Noci Chandler mezze Sgusciate a mano

Noci Chandler mezze Sgusciate a mano

Dalle verdi e rigogliose foreste della California settentrionale che si affacciano sulle sponde del lago Tahoe, tra le secolari sequoie del parco nazionale di Yosemite e le fertili pianure del Sacramento River, cresce la varietà di noci più pregiata, dai gherigli croccanti e leggeri, dal gusto delicato: le noci Chandler.

100 g di noci sgusciate contengono (dati USDA):
–       346 mg di fosforo, pari al 49% del VNR (valore nutritivo di riferimento): contribuisce al normale metabolismo energetico, alla normale funzione delle membrane cellulari e al mantenimento di ossa e denti sani;
–       1.586 mg di rame, pari al 159% del VNR: contribuisce al mantenimento di tessuti connettivi sani, al normale metabolismo energetico e funzionamento del sistema nervoso;
–       3.414 mg di manganese, pari al 171% del VNR: contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo;

Ingredienti: noci chandler

Maggiori dettagli

ECO02209

8,00 € Iva incl.

Aggiungi alla lista dei desideri



Spedizione gratuita oltre i 40€

Solo prodotti genuini e garantiti

Paga in tranquillità, 100% sicuro
Ingredienti noci chandler
Peso 250g
DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE valori medi per 100 g:
Energia kJ 2843 / kcal 689
Grassi 65.2 g
di cui acidi grassi saturi 6.1 g
Carboidrati 7.0 g
di cui zuccheri 2.6 g
Fibre 6.7 g
Proteine 15.2 g
Sale 0.01 g
Fosforo 346 mg (49% VNR)
Rame 1.586 mg (159% VNR)
Manganese 3.414 mg (171% VNR)
Vitamina B9 (Folacina) 98 µg (49% VNR)
Origine California
Fonte USDA National Nutrient Database for Standard Reference
Indicazioni I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.
Nutrienti Fosforo, Manganese, Rame

Juglans è un genere di piante della famiglia delle Juglandaceae, comunemente note come noci.

Il noce è un albero deciduo, con altezza compresa tra 10 e 40 metri, a foglie pennate lunghe 200-900 mm, con 5-25 foglioline. La specie più conosciuta è Juglans regia, nota come noce da frutto o noce bianco. L’areale naturale comprende l’America settentrionale e meridionale, l’Asia e l’Europa.

Il frutto, la noce, è una drupa di forma ovoidale ricoperta da un mallo verde dapprima verde, poi nero a maturazione. Il guscio è di aspetto legnoso e coriaceo, al cui interno è contenuta la parte commestibile: il gheriglio con elevato contenuto in lipidi.

La raccolta, che varia a seconda delle zone e delle cultivar, inizia a fine agosto e continua fino a novembre. Generalmente inizia quando il mallo delle noci si presenta screpolato, ma non completamente aperto, altrimenti il guscio si annerisce. In Italia la raccolta viene effettuata per lo più con l’abbacchiatura, utilizzando cioè lunghe pertiche con le quali si colpiscono i frutti; in California, invece, tutte le operazioni inerenti alla raccolta sono altamente meccanizzate e le noci vengono rimosse dall’albero tramite uno scuotitore meccanico. Tra la frutta a guscio, il noce si attesta al secondo posto al mondo per diffusione e coltivazione (Fao Stat, 2008). I maggiori produttori mondiali di noci sono la Cina, gli Stati Uniti e la Turchia. La California da sola produce circa i 2/3 delle noci commercializzate al mondo.

Le noci sono consumate sia fresche che nelle preparazioni culinarie, per dolci, salse e prodotti da forno. Con le noci si prepara anche un ottimo liquore: il nocino.

A Jammu (India), le noci sono ampiamente utilizzate come offerta alla Dea Madre Vaisnav Devi e generalmente vengono impiegate come cibo secco nella stagione delle feste. Le noci sono una caratteristica tradizionale della cucina iraniana. Tra gli animali ghiotti di noci citiamo i corvi che, per poter mangiare il gheriglio, lasciano cadere le noci da una grande altezza su una superficie dura, in modo da aprirle e cibarsi del contenuto.

Fonti:

Nutspaper “La noce” 4/2013

http://it.wikipedia.org/wiki/Juglans

Il nome del genere deriva dal Latino Jovis, che significa Giove; e Glans, che significa ghianda: la Ghianda di Giove.

Specie affini al noce sono state ritrovate in stratificazioni appartenenti all'era geologica del miocene. Reperti archeologici indicano che i frutti del noce venivano utilizzati come alimento già 9000 anni fa. La pianta è infatti conosciuta e coltivata presso le più antiche civiltà europee ed asiatiche.

Molti studiosi hanno condotto ricerche per stabilire la zona di origine della specie: l’ipotesi più accreditata è che il noce sia originario della Cina o del massiccio dell’Himalaya.

La noce è stata diffusa in occidente dai Greci e poi dai Romani, per i quali questo frutto era simbolo di fecondità e veniva distribuito nel corso delle cerimonie nuziali. La stessa mitologia ne fa risalire la conoscenza anche agli Dei: si narra infatti che lo stesso Giove ne facesse uso nei suoi banchetti sull’Olimpo.

La diffusione del noce in Europa come albero coltivato è opera dei romani, le cui legioni portarono la pianta nelle zone della Mosella e del Reno, nonché in Spagna, in Francia ed in Inghilterra.

Della noce parlano i maggiori poeti latini, tra cui Virgilio e Ovidio. Negli scavi archeologici di Pompei e di Ercolano furono trovate noci carbonizzate aventi caratteristiche analoghe a quelle della varietà di Sorrento.

Una delle leggende riguardanti il noce dice che all'ombra di esso si riunivano a convegno le streghe e che quindi la sua ombra fosse nefasta per gli uomini e gli animali.

Fonti:

Nutspaper “La noce” 4/2013

http://it.wikipedia.org/wiki/Juglans

http://en.wikipedia.org/wiki/Juglans

it.wikipedia.org/wiki/Macadamia_integrifolia

I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

Le foglie e i malli di noce sono usati nella medicina popolare e nell’industria farmaceutica per le proprietà amare, toniche e astringenti, contro le dispepsie e nelle infiammazioni del tubo gastrointestinale. Con le foglie infuse si preparano bagni astringenti.

Le noci contengono per la maggior parte grassi monoinsaturi definiti “buoni”; tale caratteristica rende le noci benefiche per l’apparato cardiocircolatorio. I grassi buoni hanno la capacita di ridurre i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e aumentare i livelli di colesterolo buono (HDL). Contengono inoltre una quantità significativa di arginina, molto utile per la salute delle arterie e del cuore.

Secondo il regolamento UE n. 432/2012, le noci contribuiscono al miglioramento dell’elasticità dei vasi sanguigni.

Uno studio del 2012 condotto su 25 partecipanti in condizioni di alimentazione controllata ha evidenziato la grande capacità antiossidante delle noci e suggerisce che il consumo di noci nella dieta giornaliera può essere vantaggioso per mantenere uno stato antiossidante nel corpo1.

Le noci sono ricche di antiossidanti polifenoli che, legandosi alle lipoproteine, ostacolerebbero i processi ossidativi che portano all'aterosclerosi in vivo. Le noci hanno dimostrato di migliorare il profilo lipidico, aumentare la funzione endoteliale e ridurre l’infiammazione, il tutto senza causare aumento di peso. Queste qualità rendono le noci uno spuntino sano e nutriente2.

La noce è contenuta nell'elenco degli allergeni alimentari (allegato 2 sez III D. Lgs. 109/1992 e s.m.i).

1 Hudthagosol C, Haddad E, Jongsuwat R. Antioxidantactivitycomparison of walnuts and fattyfish. Journal of the MedicalAssociation of Thailand = ChotmaihetThangphaet [2012, 95 Suppl6:S179-88]

2 Vinson JA, Cai Y. Nuts, especiallywalnuts, havebothantioxidantquantity and efficacy and exhibitsignificantpotentialhealth benefits. Food &Function [2012, 3(2):134-140]

Fonti:

Nutspaper “La noce” 4/2013

http://it.wikipedia.org/wiki/Juglans

http://en.wikipedia.org/wiki/Juglans

I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

Opinioni


Clicca qui per lasciare una recensione




Prodotti nella stessa categoria

Frutta e Bacche | Frutta Secca, Disidratata, Essiccata e Bacche https://www.fruttaebacche.it/img/frutta-e-bacche-logo-14894184731.jpg Frutta e Bacche
Euro Company Srl - Via Faentina 280/286, Godo, 48026 - Russi (RA) - Italia
Telefono: (0039) 0544 - 416711
Email: info (at) fruttaebacche.it