Prodotto aggiunto al carrello

Continua gli acquisti

Nessun prodotto

- Spedizione
0,00 € Totale
Ti mancano 40,00 € per la spedizione gratuita.

Procedi all’acquisto

Nuovo
Noci Pecan Sgusciate Biologiche Visualizza ingrandito
Noci Pecan Sgusciate Biologiche

Noci Pecan Sgusciate Biologiche

Linea Biologica

Acquista online le noci pecan mezze  biologiche al naturale, senza sale aggiunto e senza conservanti. 

Le nostre noci pecan mezze bio sono certificate BIO, coltivate con cura nel rispetto delle persone e dell’ambiente. 

Puoi comprare le noci pecan mezze bio in confezioni ideali per veri appassionati di frutta secca.  

Scopri i benefici delle noci pecan mezze bio, le nostre analisi nutrizionali hanno messo in evidenza che 100 g di noci pecan biologiche contengono: 

  • 12 mg di Vitamina E, pari al 100% del VNR (valore nutritivo di riferimento;
  • 1.9 mg di Manganese, pari al 95% del VNR;
  • 0.90 mg di Rame, pari al 90% del VNR.

Ingredienti: NOCI PECAN biologiche. Può contenere tracce di ARACHIDI ed altra FRUTTA A GUSCIO. 

Formati: 500g

Origine: USA, MESSICO

Maggiori dettagli

ECOB2207

novità


16,00 € Iva inclusa

500g

Spedizione gratuita a partire da 40 €


Qualità etica

Prezzo conveniente

Esclusiva Frutta e Bacche

Valori nutrizionali

Ingredienti Ingredienti: NOCI PECAN biologiche. Può contenere tracce di ARACHIDI ed altra FRUTTA A GUSCIO.
Peso 500g
Modalità di conservazione Conservare in luogo fresco e asciutto.
BIO Organismo di controllo autorizzato dal MiPAAF IT-BIO-009; Agricoltura non UE; Operatore controllato n. B808
Dichiarazione nutrizionale valori medi per 100 g:
Energia 3067 kJ / 744 kcal
Grassi 74 g
di cui acidi grassi saturi 7.3 g
Carboidrati 5.6 g
di cui zuccheri 3.9 g
Fibre 5.9 g
Proteine 11 g
Sale 0 g
Rame 0.90 mg (90% VNR*)
Manganese 1.9 mg (95% VNR*)
Vitamina E 12 mg (100% VNR*)
Fonte analisi Euro Company
Indicazioni I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.
Origine Messico, Usa
Nutrienti Manganese, Rame, Vitamina E
VNR *Valore Nutritivo di Riferimento
Etichetta e confezionamento Le immagini sono inserite a scopo illustrativo, il prodotto può subire modifiche in base alla disponibilità di magazzino e alla grammatura selezionata.
Varietà Noci

Curiosità

Consumare noci pecan, grazie ai loro costituenti, ha molti vantaggi. In primis, rappresentano una buona fonte di grassi insaturi, tra cui gli acidi grassi omega-6. Tali costituenti aiutano a mantenere il colesterolo LDL (conosciuto come colesterolo cattivo) a bassi livelli nel circolo sanguigno, mentre innalzano i livelli del colesterolo HDL (il colesterolo buono), con annessa funzione protettiva nei confronti dell’arteriosclerosi e delle patologie cardiache. Da una ricerca clinica, pubblicata sul Journal of Nutrition del settembre 2001, è emerso che consumare una manciata di noci pecan al giorno può aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo, ottenendo risultati simili a quanto viene spesso ottenuto con i farmaci specifici. Altri componenti di questo alimento poi sono i composti fenolici, con elevata capacità antiossidante: ciò indica che le noci pecan possono essere considerate un’importante fonte di antiossidanti. Possono svolgere, inoltre, una funzione a livello neurologico: difatti secondo uno studio condotto presso l’Università del Massachusetts e pubblicato in Current Topics in Nutraceutical Research, consumare noci pecan quotidianamente può ritardare la degenerazione dei nervi muscolari legata all’età. Infine, una dieta ricca di queste noci può contribuire a ridurre il rischio di calcoli biliari nelle donne. 

Fonti

    Nutspaper 1/2017

Storia

Il pecan (carya illinoensis) ha origine nella parte orientale degli Stati Uniti, nell’area a Sud degli stati dell’Illinois, dello Iowa, del Kansas, del Missouri, dell’Oklahoma, del Texas e della Virginia. Successivamente si è adattato e diffuso in tutta la parte settentrionale del continente americano per poi arrivare in Europa verso la fine dell’800. Viene coltivato principalmente in Messico, Australia, Sud Africa e Israele, oltre che negli Stati Uniti, mentre in Italia si trova principalmente in Sicilia. La noce veniva già consumata nel periodo pre-coloniale dagli abitanti dell’Est e della parte settentrionale del Nord America. I nativi americani utilizzavano le noci per produrre una bevanda chiamata powhicora, ottenuta dallo schiacciamento e bollitura in acqua di questi frutti. Il successo di questa specie è dovuto alla vicinanza degli alberi ai corsi d’acqua e alle apprezzate caratteristiche organolettiche dei frutti. Gli indiani furono quindi i primi a coltivare questi alberi e solo successivamente, nel periodo di esplorazione e conquista dell’America, la specie venne scoperta dai Paesi coloniali. Tra il 1770 e il 1800, i colonialisti intuirono le potenzialità commerciali della noce pecan: sembra che anche il presidente Thomas Jefferson piantasse degli alberi di pecan nel suo frutteto a Monticello, in Virginia. Lo stesso George Washington riportò nel suo diario che Thomas Jefferson gli aveva dato delle noci pecan che poi fece personalmente crescere nella sua casa a Mount Vernon, in Virginia. 

“Pecan” deriva da una parola algonchina e significa "frutto con un guscio che necessita di una pietra per romperlo". Prima della colonizzazione europea, le noci pecan sono state ampiamente consumate e scambiate dai nativi americani. Come fonte di cibo, le noci pecan sono una scelta naturale per le società pre-agricole: possono fornire da due a cinque volte più calorie per unità di peso rispetto alla selvaggina e non richiedono alcuna preparazione. La noce pecan venne introdotta in Europa nel XIX secolo, ma ebbe una scarsa diffusione. In Italia meridionale è coltivata in piccoli appezzamenti specializzati in Sicilia e in alcune aree della Puglia. Le varietà coltivate in Italia sono: Kiowa, Wichita e Shoshoni. 

Il pecan è stato soltanto recentemente addomesticato. Sebbene il pecan selvatico fosse ben noto tra i coloni americani come una prelibatezza, la coltivazione commerciale di pecan negli Stati Uniti non cominciò fino al 1880. 

Nel 1906, il governatore del Texas, James Stephen Hogg, ha espresso il desiderio che un albero di pecan fosse piantato sulla sua tomba, invece di una lapide tradizionale, richiedendo che i semi fossero distribuiti in tutto lo stato per fare del Texas una “terra degli alberi”. Nel 1919, il pecan venne dichiarato albero simbolo dello stato. Thomas Jefferson piantò alberi di pecan, Caryaillinoinensis (o noci dell’Illinois), nel suo frutteto a Monticello, in Virginia. George Washington ha riportato nel suo diario che Thomas Jefferson gli diede delle noci pecan, che poi personalmente fece crescere a Mount Vernon, la sua casa in Virginia. 

Fonti

https://en.wikipedia.org/wiki/Pecan

https://it.wikipedia.org/wiki/Noce_pecan

http://it.wikipedia.org/wiki/Carya_illinoensis

Nutspaper 1/2017 

Proprietà

Le nostre analisi nutrizionali hanno messo in evidenza che 100 g di noci pecan biologiche contengono: 

  • 12 mg di Vitamina E, pari al 100% del VNR (valore nutritivo di riferimento;
  • 1.9 mg di Manganese, pari al 95% del VNR;
  • 0.90 mg di Rame, pari al 90% del VNR.

Prezzo conveniente

Per noi prezzo conveniente significa proporre noci pecan mezze biologiche accessibili a tutti.  
Vogliamo, da un lato, dare il giusto valore alle materie prime per ottenere un prodotto di qualità, dall’altro soddisfare le tue esigenze di prezzo. 

Stabiliamo infatti relazioni eque e di lungo termine con i nostri produttori, lontani dalla logica del prezzo più basso e basate sulla fiducia, cercando di offrirti il prodotto migliore e più naturale possibile. 

Non solo, scegliendo grammature superiori delle noci pecan mezze bio contribuisci anche tu alla riduzione dell’uso di plastica. 

Conservazione

Puoi conservare le noci pecan mezze bio in luoghi freschi e asciutti, lontani da fonti di calore e umidità. Ecco 4 consigli utili: 

  • La condizione ideale di mantenimento delle noci pecan mezze biologiche è in ambiente refrigerato. Le noci pecan mezze bio al naturale Frutta e Bacche possono anche essere conservate senza problemi a temperatura ambiente durante la stagione invernale date le basse temperature. Durante l’estate invece è consigliabile conservare in frigorifero o in ambienti il più freschi possibile, in quanto l’aumentare delle temperature potrebbe favorire il deperimento dei prodotti. 
  • Il contenitore ideale in cui conservare le noci pecan mezze biologiche è il vetro. Grazie alla sua costituzione infatti è impenetrabile ad agenti chimici e gassosi, e avendo ottime capacità isolanti termiche mantiene per un tempo più lungo la temperatura iniziale rispetto agli altri materiali. Se il vetro è colorato tanto meglio: utilizzando vetri colorati si impedisce l’ingresso di alcune lunghezze d’onda di luce (inclusa quella ultravioletta) e quindi alcune caratteristiche nutrizionali ed organolettiche rimangono inalterate.  
  • È importante anche il tipo di chiusura del contenitore: un tappo ermetico fa sì che l’alimento sia protetto da un eccessivo contatto con l’ossigeno che può condurre a ossidazione lipidica e che può essere essenziale per i batteri aerobi. 
  • L’ambiente è sempre bene che sia ben areato: ventilando i locali si mantiene sotto controllo l’umidità interna che fuoriesce dalla finestra, garantendo il giusto equilibrio, il che aiuta a sfavorire l’insorgere di muffe. 

Opinioni


Clicca qui per lasciare una recensione




Prodotti consigliati

Frutta e Bacche | Frutta Secca, Disidratata, Essiccata e Bacche https://www.fruttaebacche.it/img/frutta-e-bacche-logo-14894184731.jpg Frutta e Bacche
Euro Company Srl Società Benefit - Via Faentina 280/286, Godo, 48026 - Russi (RA) - Italia
Telefono: (0039) 0544 - 416711
Email: info (at) fruttaebacche.it