Nuovo
Uva Sultanina Biologica Visualizza ingrandito
Uva Sultanina Biologica

Uva Sultanina Biologica

Uva essiccata, disidratata senza zucchero aggiunto: Uva Sultanina Biologica, il tuo spuntino dolce e saziante

100 g di uva essiccata contengono (dati USDA):


–       825 mg di potassio, pari al 41% del VNR (valore nutritivo di riferimento): contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione muscolare;
–       0,302 mg di rame, pari al 30% del VNR: contribuisce al mantenimento di tessuti connettivi sani, al normale metabolismo energetico e funzionamento del sistema nervoso.

Ingredienti: uva secca 99%, olio di girasole.

Maggiori dettagli

ECO02401

2,90 € Iva incl.

Ordina OGGI e ricevi

tra Domani e mercoledì 25

Aggiungi alla lista dei desideri



Spedizione gratuita oltre i 40€

Solo prodotti genuini e garantiti

Paga in tranquillità, 100% sicuro
Ingredienti Uva sultanina* 99.5%, olio di girasole* 0.5%. *da agricoltura biologica
Peso 250g
DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE valori medi per 100 g:
Energia kJ 1371 / kcal 324
Grassi 1.2 g
di cui acidi grassi saturi 0.3 g
Carboidrati 72.9 g
di cui zuccheri 68.5 g
Fibre 4.8 g
Proteine 2.9 g
Sale 0.07 g
Fonte analisi Euro Company
Indicazioni I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.
Nutrienti Fibre, Polifenoli

L’uva sultanina è il frutto della vite comune o vite euroasiatica (Vitis Vinifera L.) sottoposto ad un procedimento di essiccazione.

La pianta è un arbusto rampicante dal fusto più o meno contorto e irregolare, di varia lunghezza, le cui foglie sono palmate, con lembo intero o suddiviso in genere in 3 o 5 lobi più o meno profondi; il profilo varia secondo il vitigno, ma nella maggior parte è asimmetrico e irregolarmente orbicolare, in altri termini senza uno sviluppo prevalente in lunghezza o in larghezza. Il margine è irregolarmente dentato e la superficie è glabra oppure rivestita da una peluria più o meno sviluppata.

I fiori sono riuniti in infiorescenze a pannocchia, dapprima erette, poi pendule. Un grappolo è formato da un asse principale che si ramifica in assi laterali a sua volta ramificati. Nello stesso grappolo possono essere presenti ramificazioni di II, III e IV ordine.

Il frutto è una bacca, detta acino; il colore della bacca matura varia generalmente in base al vitigno (dal verde al giallo, dal roseo al rosso-violaceo, dal nero o al nero-bluastro), ma l’intensità e la tonalità del colore può variare anche in funzione delle condizioni ambientali, in particolare dell’illuminazione. La forma degli acini è in genere sferica, subsferica, ellittica o ovoidale; ma in alcuni vitigni può essere anche marcatamente allungata fino ad assumere una forma cilindrica o arcuata. La conformazione del grappolo varia in funzione di fattori varietali e ambientali, soprattutto nutrizionali: in generale è però cilindrica, conica o piramidale.

L’uva sultanina può essere consumata come snack tal quale oppure aggiunta a una varietà di piatti, come brioches, torte e impasti dolci; piatti di pasta, insalate, piatti a base di pesce e carne. E’ tra la frutta essiccata più comunemente impiegata in cucina.

 

Fonte:

https://it.wikipedia.org/wiki/Vitis_vinifera

Le origini della pianta dell’uva sono talmente antiche da affondare nella leggenda: alcune di esse fanno risalire l'origine della vite sino ad Adamo ed Eva, affermando che il frutto proibito del Paradiso terrestre fosse la succulenta uva e non l'anonima mela.

Le prime testimonianze della pratica della viticoltura ci giungono dalla Genesi quando Noè, finito il diluvio universale, attraccò a terra, piantò la vite e si ubriacò del suo inebriante vino.

Venendo a tempi più recenti, sono in molti ad affermare che la vite sia originaria dell'India, e che da qui, nel terzo millennio a.C., si sia diffusa prima in Asia e in seguito nel bacino del Mediterraneo.

Si pensa che si sia sviluppata intorno al 7500 a.C. nella regione trans caucasica, che corrisponde oggi all'Armenia ed alla Georgia.

Da allora, fino all'era classica, la cultura della vite si diffuse in quasi tutti i paesi del ­

Il popolo romano conobbe e coltivò intensamente questa pianta che veniva considerata quasi sacra; infatti nelle Leggi Delle Dodici Tavole (450 a.C.) erano elencate severe pene per chi compiva furti nelle vigne.

Nel 1498 Cristoforo Colombo ritornando da uno dei suoi viaggi nel Nuovo Mondo, portò alla regina Isabella di Spagna il prodotto di viti selvatiche da lui trovate a Cuba: da allora nuove varietà di viti vennero portate e diffuse in Europa.

L'uva secca - chiamata anche uva passa, uva sultanina o uvetta - è una comune frutta secca diffusa in tutto il mondo. Le sue origini però sono da ricercare in Grecia, Turchia ed Iran, infatti l'appellativo "sultanina" è legato al Sultano, sovrano dell'Impero Ottomano.

Si crede che la storia dell'uva sultanina sia cominciata nel momento in cui un sultano dell'Impero Ottomano, per sfuggire ad una tigre, dovette abbandonare la raccolta dell'uva lasciandola sotto i raggi del sole per molto tempo. Al ritorno si accorse che gli acini non erano andati a male, anzi avevano una colorazione diversa ed erano molto più buoni, così nacque l'uva sultanina. Con il tempo fu importata negli Stati Uniti e in Australia.

Fonte:

Nutspaper, 2015.

I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

Le proprietà energetiche dell’uvetta sono state valutate in uno studio condotto da ricercatori californiani e pubblicato sul Journal of the International Society of Sports Nutrition.

Sono stati valutati 3 campioni di soggetti a cui sono stati fatti assumere rispettivamente, prima di una gara, barrette energetiche, acqua e uva passa. I risultati avrebbero dimostrato che chi aveva assunto la barretta energetica o l’uva passa era riuscito a registrare tempi migliori in gara di chi aveva bevuto solo l’acqua. Tra una barretta energetica e l’uva passa, di sicuro è meglio l’assunzione di un alimento naturale che, inoltre, è ricco di potassio e ferro. 1

L’uva sultanina è una significativa fonte di fibre e polifenoli, i quali possono ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, le quali colpiscono attraverso il metabolismo delle lipoproteine e l’infiammazione.

Nel 2008 uno studio pubblicato su “Lipids in Health and Disease” vuole determinare gli effetti del consumo di uvetta, dell’incremento di movimento fisico (camminare), o di una combinazione di entrambi, su pressione del sangue, lipidi plasmatici, glicemia e altri fattori.

Trentaquattro uomini e donne in post menopausa sono stati abbinati per peso e genere e assegnati in maniera casuale al: consumo di una tazza di uvetta al giorno, aumento delle passeggiate giornaliere o a una combinazione di entrambi.

Il test ha avuto durata di 8 settimane, al cui termine si è notato che la pressione sanguigna sistolica è diminuita per tutti i partecipanti. Il colesterolo totale plasmatico è sceso del 9.4% in tutti i soggetti, con una riduzione nel plasma del 13.7% del colesterolo LDL. Le concentrazioni di trigliceridi plasmatici sono diminuite del 19.5% per coloro che hanno camminato.

I risultati mostrano che semplici modifiche allo stile di vita, come l’aggiunta di uva sultanina alla dieta o l’aumento di semplice movimento fisico, hanno differenti effetti benefici sul rischio di malattie cardiovascolari. 2

1 BW Too, S Cicai, KR Hockett, E Applegate, BA Davis, GA Casazza “Natural versus commercial carbohydratesupplementation and endurance running performance” Journal of the International Society of Sports Nutrition 2012, 9:27

MJ Puglisi, U Vaishnav, S Shrestha, M Torres-Gonzalez, RJ Wood, JS Volek, ML Fernandez “Raisins and additionalwalkinghavedistincteffects on plasma lipids and inflammatorycytokines” Lipids in Health and Disease 2008, 7:14
I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

Opinioni

Filtro recensioni


Clicca qui per lasciare una recensione


rating
stefania r. il giorno 08/10/2017 Ottimo
rating Consigliato
Giuliana T. il giorno 25/09/2017 Ottimo prodotto
rating Frutta e bacche
Gianfranco L. il giorno 20/09/2017 Buona
rating Sempre una sicurezza
Roberta S. il giorno 21/08/2017 Ottima dappertutto !!!
rating ottimo prodotto
Anna O. il giorno 02/08/2017 ottimo.
rating Uva sultanina
Cristina A. il giorno 13/07/2017 Ottimo prodotto
rating regalo
emilio s. il giorno 27/06/2017 un regalo per un amico. soddisfatto
  


Prodotti nella stessa categoria

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Frutta e Bacche | Frutta Secca, Disidratata, Essiccata e Bacche https://www.fruttaebacche.it/img/frutta-e-bacche-logo-14894184731.jpg Frutta e Bacche
Euro Company Srl - Via Faentina 280/286, Godo, 48026 - Russi (RA) - Italia
Telefono: (0039) 0544 - 416711
Email: info (at) fruttaebacche.it