Nuovo
Albicocca Naturale Disidratata Visualizza ingrandito
Albicocca Naturale Disidratata

Albicocca Disidratata Naturale

Le albicocche al naturale disidratate senza zucchero (albicocche secche) sono una fonte di potassio che contribuisce al mantenimento di una normale pressione sanguigna.

Le nostre analisi nutrizionali hanno messo in evidenza che 100 g di albicocche contengono:

  • 1330 mg di potassio, pari al 67% del VNR (valore nutritivo di riferimento), che contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione muscolare.


Ingredienti: albicocche essiccate, disidratate senza zuccheri aggiunti.

Maggiori dettagli

ECO02500

4,50 € Iva incl.

Ordina OGGI e ricevi

tra Domani e mercoledì 25

Aggiungi alla lista dei desideri



Spedizione gratuita oltre i 40€

Solo prodotti genuini e garantiti

Paga in tranquillità, 100% sicuro
Ingredienti albicocche
Peso 250g
DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE valori medi per 100 g:
Energia kJ 1227 / kcal 290
Grassi 0.5 g
di cui acidi grassi saturi 0.0 g
Carboidrati 64.6 g
di cui zuccheri 34.0 g
Fibre 7.4 g
Proteine 3.0 g
Sale 0.01 g
Origine Turchia
Fonte analisi Euro Company
Indicazioni I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.
Nutrienti Potassio

L'albicocca è il frutto dell'albicocco (Prunus armeniaca), famiglia delle Rosacee, genere Prunus, specie Prunus armeniaca. La pianta appartiene alla stessa famiglia e genere di frutti quali la ciliegia, la pesca e la prugna.

Si presenta come un alberello a foglia caduca che può raggiungere i 12-13 metri allo stato selvatico. Nelle coltivazioni, tuttavia, la pianta viene tenuta sotto i 3,5 metri per agevolare la raccolta dei frutti. Ha una chioma a ombrello, con tronco e rami sottili e leggermente contorti. Le foglie sono ellittiche, con punte acuminate e bordo seghettato e piccioli rosso violaceo. La larghezza media è di 7–8 cm, ma varia da una cultivar all'altra, pur restando più larga di altre piante della medesima famiglia. I fiori sono molto simili ai loro cugini ciliegio, pruno e pesco. I fiori sono singoli, ma sbocciano a gruppetti che si situano all'attaccatura delle foglie. Hanno 5 sepali e petali, molti stami eretti e variano dal bianco puro ad un lieve colore rosato. La pianta viene impollinata usualmente dagli insetti (api) e non richiede impollinazione manuale. Non presenta di norma fenomeni di autosterilità, e quindi anche un albero singolo fruttifica regolarmente. Le stagionalità di raccolta sono giugno, luglio, agosto.

Le albicocche vanno scelte ben mature e consumate entro pochi giorni dall'acquisto poiché sono frutti deperibili. Proprio per questa loro fragilità vengono conservate o trattate in numerosi modi: essiccate (specie negli USA), sciroppate e conservate in lattine o congelate. Altrettanto comuni sono i prodotti derivati: il succo, la marmellata e la gelatina di albicocca, molto usata in pasticceria per apricottare (da Apricot, il nome in inglese di tale frutto) torte e pasticcini. L'apricottatura consiste nello spennellare la superficie di una torta di gelatina di albicocche prima di glassarla. Un esempio classico di questa tecnica, molto diffusa, è la famosa torta Sacher.

Le albicocche vengono impiegate solitamente nella preparazione di dolci di vario tipo come gelati, sorbetti, marmellate e gelatine, succhi e sciroppi, torte e pasticcini. Tuttavia il loro gusto lievemente acidulo le rende adatte anche ad accostamenti salati, come le salse di accompagnamento alle carni rosse. Esse vengono anche utilizzate in liquoreria: un'acquavite di albicocche viene distillata nel Canton Vallese in Svizzera e porta il nome d'Abricotine, la più rinomata proviene da un'antica varietà, la Luizet. Anche nei Balcani si ottiene un distillato d'albicocca chiamato Kajsija.

Fonti:

https://it.wikipedia.org/wiki/Albicocca

L’origine dell’albicocco è triplice: cinese, centro-asiatica e caucasica, tutte zone dove la specie è diffusa fin dal 3000 a.C. Dagli areali di origine, grazie alle carovane dei mercanti, si estese lentamente verso Ovest, attraverso l’Asia centrale, raggiungendo l’Armenia e il Medio Oriente. Il suo binomiale botanico Prunus armeniaca è dovuto alla convinzione, da parte di Linneo, delle origini armene della pianta. L’Armenia rimane uno snodo fondamentale per la diffusione di questo albero, da lì venne introdotta in Grecia e in Europa, grazie soprattutto alle spedizioni di Alessandro Magno, prima, e dal generale romano Lucullo, poi, che fecero conoscere in Occidente diverse varietà di piante fino ad allora ignote. I romani la introdussero in Italia e in Grecia nel 70-60 a.C., ma la sua diffusione nel bacino del Mediterraneo fu consolidata successivamente dagli arabi. L’albicocco tuttavia fino al secolo scorso non ha avuto una reale diffusione in Europa e in America, che raggiunse grazie ai coloni inglesi. L’albero cresce spontaneo anche sull’Himalaya attorno ai 3.000 metri di altezza grazie alla resistenza del fusto verso il clima rigido. Per quanto riguarda il nome i romani la chiamavano armeniacum, cioè mela armena perché da lì proveniva, o anche praecox, cioè “precoce” perché maturava prima della pesca e da questa radice è derivato il termine greco praikokion. Il nostro “albicocca” – così come l’abricot francese, l’apricot inglese e lo spagnolo albaricoque – deriva invece dall’arabo albarquq. A sua volta il frutto ha dato il nome a una tonalità di arancione chiaro, a metà tra giallo e rosa.

Fonti:
Nutspaper “Albicocca secca” 1/2016

Le albicocche possono essere considerate una fonte di diversi fitocomposti come polifenoli e carotenoidi. I polifenoli, come la quercitina e la catechina, hanno un elevato potere antiossidante ed antinfiammatorio contribuendo a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. La catechina, responsabile anche degli effetti benefici del tè verde, può agire inibendo l’azione di enzimi pro-infiammatori. Inoltre ci sono studi che dimostrano come una dieta ricca di catechine possa aiutare a proteggere i vasi sanguigni e mantenere la pressione sanguigna sotto controllo. I carotenoidi sono composti vegetali di natura lipidica che si distinguono per il loro colore giallo-rosso. Possono avere sia un’attività vitaminica come precursori della vitamina A sia un’attività antiossidante. Tra i carotenoidi abbiamo le xantofille, composti oggetto di diversi studi a dimostrazione del loro effetto protettivo sulla vista. La luteina, tra queste, è particolarmente associata con un effetto di protezione della retina, la membrana più interna del bulbo oculare che funge da fototraduttore, captando gli stimoli luminosi e convertendoli in segnali bioelettrici, che a loro volta vengono inviati al cervello attraverso le fibre del nervo ottico. Le albicocche sono ricche di fibre, importanti per la salute dell’apparato digerente. Di queste fibre molte sono di tipo solubile e aiutano anche a regolare i livelli di colesterolo nel sangue. Questi frutti sono anche ricchi di potassio, minerale che svolge moltissime funzioni nell’organismo, ad esempio interviene nel funzionamento del sistema nervoso e muscolare. Inoltre aiuta a mantenere la pressione sanguigna nella norma.

Le nostre analisi nutrizionali hanno messo in evidenza che 100 g di albicocche contengono:

– 1330 mg di potassio, pari al 67% del VNR (valore nutritivo di riferimento), che contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione muscolare.

Fonti:
Analisi Euro Company

Regolamento (UE) n. 432/2012 della commissione del 16 maggio 2012

Nutspaper “Albicocca secca” 1/2016

I consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.

 

Albicocca Naturale essiccata e disidratata (senza zucchero): 4 Benefici

Opinioni

Filtro recensioni


Clicca qui per lasciare una recensione


rating FINALMENTE
aldo d. il giorno 03/10/2017 DOPO TANTA RICERCA HO FINALMENTE TROVATO LE ALBICOCCHE DISITRATATE SENZA ANIDRIDE SOLFOROSA PRESENTE OVUNQUE....
rating -
Boris I. il giorno 28/09/2017 Eccellente il sapore di queste albicocche, da provare assolutamente!
rating non c'è che dire!!!!
ANTONIO C. il giorno 28/09/2017 ottimissimi!!!!!!!
rating albicocche
Silvano T. il giorno 19/09/2017 ottime
rating ALBICOCCA NATURALE DISIDRATATA
Katia m. il giorno 14/09/2017 OTTIMO PRODOTTO NATURALE SENZA ZUCCHERO
rating Spaziali
ELENA R. il giorno 07/09/2017 Prodotto di ottima qualità! Le albicocche hanno un colore scuro, segno di vera qualità, e sono morbidissime! Unico ingrediente: albicocche :-)
rating ottimo prodotto
Anna O. il giorno 02/08/2017 eccellente
rating albicocca
Enrica U. il giorno 01/08/2017 buonissime
rating Buon Prodotto
Gianni S. il giorno 27/06/2017 Conservano tutto il loro sapore e la consistenza tipica del prodotto. La polpa è compatta e sono ottime da accompagnare con lo lo yogurt.
rating Fantastiche
Manes C. il giorno 02/05/2017 Sapore eccezionale, prodotto naturale.
  


Prodotti nella stessa categoria

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Frutta e Bacche | Frutta Secca, Disidratata, Essiccata e Bacche https://www.fruttaebacche.it/img/frutta-e-bacche-logo-14894184731.jpg Frutta e Bacche
Euro Company Srl - Via Faentina 280/286, Godo, 48026 - Russi (RA) - Italia
Telefono: (0039) 0544 - 416711
Email: info (at) fruttaebacche.it