Prodotto aggiunto al carrello

Continua gli acquisti

Nessun prodotto

- Spedizione
0,00 € Totale
Ti mancano 40,00 € per la spedizione gratuita.

Procedi all’acquisto

Nuovo
Fichi secchi Naturali Visualizza ingrandito
Fichi secchi Naturali

Fichi secchi Naturali

Frutta Disidratata Naturale

[I Fichi secchi saranno nuovamente disponibili con il nuovo raccolto di ottobre2019]

Acquista online i fichi essiccati naturali, senza zuccheri aggiunti (contiene naturalmente zuccheri).

I nostri fichi essiccati sono coltivati con cura e attenzione, rispettando la nostra filiera produttiva e i valori in cui crediamo: il rispetto per le persone e per il pianeta.

Puoi comprare i fichi essiccati in confezioni ideali per veri appassionati di frutta secca.

Le nostre analisi hanno messo in evidenza che 100 g di fichi essiccati contengono:

  • 804 mg di Potassio, pari al 40% del VNR (valore nutritivo di riferimento);
  • 0.33 mg di Rame, pari all’33% del VNR;
  • 10 g di fibre.

Ingredienti: Fichi. Può contenere tracce di ARACHIDI e FRUTTA A GUSCIO.

Origine: Turchia, Grecia

Maggiori dettagli

ECO02900

4,50 € Iva inclusa

250g

Ordina OGGI e ricevi

tra venerdì 18 e lunedì 21

Spedizione gratuita a partire da 40 €


Qualità etica

Prezzo conveniente

Esclusiva Frutta e Bacche

Valori nutrizionali

IngredientiFichi. Può contenere tracce di ARACHIDI e FRUTTA A GUSCIO.
Peso250g
Modalità di conservazioneConservare in luogo fresco e asciutto.
Dichiarazione nutrizionalevalori medi per 100 g:
Energia1213 kJ / 287 kcal
Grassi1.9 g
di cui acidi grassi saturi0.3 g
Carboidrati60 g
di cui zuccheri56 g
Fibre10 g
Proteine2.5 g
Sale0.25 g
Rame0.33 mg (33% VNR*)
Potassio804 mg (40% VNR*)
Fonteanalisi Euro Company
IndicazioniI consigli dispensati NON SONO IN ALCUN MODO DA RITENERSI DI VALORE MEDICO/PRESCRITTIVO. Le informazioni fornite sono a scopo puramente divulgativo e informativo, pertanto non intendono in alcun modo sostituirsi a consigli medici. In presenza di patologie occorre sempre consultare il proprio medico.
OrigineGrecia, Turchia
NutrientiFibre, Rame, Potassio
Etichetta e confezionamentoLe immagini sono inserite a scopo illustrativo, il prodotto può subire modifiche in base alla disponibilità di magazzino e alla grammatura selezionata.

Curiosità

I fichi erano un frutto molto noto ai popoli dell’antichità, come greci e romani; sono citati anche nel Vecchio Testamento, come simbolo di abbondanza. Coltivato come una delizia rara e ricercata nei giardini paradisiaci dei babilonesi, era venerato dagli egizi come albero della vita e dell’immortalità, dal quale ogni giorno rinasceva Ra, il dio Sole, e dal quale si traeva il legno più pregiato per i sarcofagi destinati ad accompagnare i defunti nell’aldilà. Il fico conosciuto dagli Egizi era il sicomoro (Ficus sycomorus), mentre quello coltivato a Roma era il Ficus ruminalis, pianta della Fortuna protettrice del focolare domestico e collegata alla fondazione di Roma: è infatti all’ombra delle sue foglie che Romolo e Remo furono allattati dalla lupa. Anche in Grecia il fico era sacro, legato a Dioniso, il dio della linfa e dell’energia naturale; e nei culti agrari primitivi la “rivelazione del fico” era un rituale di iniziazione ai segreti della fecondità.

Molte parti del fico hanno proprietà terapeutiche, in particolare: Gemme fresche: l’attività è da attribuirsi agli enzimi digestivi contenuti; regolarizza la motilità e la secrezione gastroduodenale, soprattutto in soggetti con reazioni psicosomatiche a livello gastrointestinale. Foglie: raccolte da maggio ad agosto e fatte essiccare lentamente, contengono furocumarine, bergaptene, psoralene, cumarine, lattice; hanno proprietà emagoghe, antinfiammatorie, espettoranti e digestive, ma le fucomarine possono creare problemi di fotosensibilizzazione. Frutti immaturi, parti verdi e giovani rametti: il lattice che sgorga dai tagli contiene amilasi e proteasi, viene applicato per eliminare calli e verruche per l’azione caustica e proteolitica; va usato con cautela: è ustionante ed irritante per la pelle.

Frutti freschi: assunti in quantità hanno un effetto lassativo. Frutti essiccati: ricchi di vitamine A e B, proteine, zuccheri e sali minerali (potassio, magnesio, calcio) hanno proprietà emollienti, espettoranti e lassative. Si ricorda comunque che anche le foglie hanno in parte caratteristiche irritative per il contatto di fregamento con la pelle, la sensibilizzazione è enfatizzata dal calore e dall’esposizione ai raggi ultravioletti, soprattutto in soggetti predisposti; è invece limitata da semplice risciacquo con acqua e permanenza lontano dall’irraggiamento solare, anche indiretto, per qualche ora. È diffusa la credenza che il lattice del fico aiuti ad abbronzarsi, ma in realtà l’applicazione di lattice di fico sulla pelle e successiva esposizione di questa alla luce solare intensa comporta invece lesioni ed ustioni, anche gravi.

Il caprifico (ficoraccia) è stato utilizzato storicamente nel territorio laziale come segnalazione di pericolo presso le aperture dei pozzi dei cunicoli di drenaggio, tipici delle zone del Parco regionale di Veio, che essendo disseminati nelle vallate allo scopo di drenare le acque meteoriche, costituiscono (ancora oggi) pericoli per le persone e per gli animali da allevamento. La pianta della ficoraccia è stata inoltre artificialmente piantata in quei terreni adibiti a pascolo privi di zone d’ombra, allo scopo di fornire riparo dal sole estivo alle persone ed agli animali nei pascoli.

Fonti

Nutspaper, 2/2011

Storia

Il fico (Ficus Carica L.) è una pianta di origini antiche, proveniente dall’area del Medio Oriente. L’epiteto specifico Carica fa riferimento alle sue origini che vengono fatte risalire alla Caria, regione dell’Asia Minore. Testimonianze della sua coltivazione si hanno già nelle prime civiltà agricole di Mesopotamia, Palestina ed Egitto, da cui si diffuse successivamente in tutto il bacino del Mar Mediterraneo. Se per definizione è detto “Fico Mediterraneo”, si considera pure storicamente originario e comune delle regioni Caucasiche e del Mar Nero. Solo dopo la scoperta dell’America il fico si diffuse in quel continente, e in seguito ai contatti con l’Oriente si diffuse in Cina ed in Giappone.

Il fico fa parte della famiglia delle Moraceae che raggruppa circa 1500 specie, per lo più legnose anche se alcune possono essere erbacee o lianose. Le specie di questa famiglia producono lattice. Del genere Ficus carica L. esistono due sottospecie: Ficus carica sativa (fico domestico) e Ficus carica caprificus (caprifico o selvatico). Il Ficus carica L. rappresenta la specie più nordica del genere; l’albero, in ambiente non condizionato, vive mediamente 50-90 anni. Può raggiungere i 10-12 m di altezza, ma in coltivazione specializzata viene mantenuto entro i 3-4 m. Il portamento può essere arbustivo, nei tipi selvatici, mentre nelle forme coltivate è arboreo.

La coltivazione del fico si è sviluppata in diverse zone del pianeta, ma naturalmente in maniera significativa solo nei distretti climatici analoghi all’ambiente mediterraneo, caldo e arido. Nel bacino del Mediterraneo oltre all’Italia abbiamo importanti coltivazioni in Turchia, Grecia, Algeria, Spagna, Libia, Marocco, Egitto, Palestina, Francia. Altri paesi di notevole importanza produttiva sono: Portogallo, Siria, Russia, Arabia, India, Giappone, California, Argentina, Australia e molti altri. Le regioni italiane a maggior vocazione produttiva sono Puglia, Campania e Calabria, una produzione significativa proviene anche dall’Abruzzo, Sicilia e Lazio; la Puglia fornisce anche la maggior produzione di fichi secchi.

Fonti

Nutspaper, 2/2011

Proprietà

Secondo le nostre analisi, 100 g di fichi contengono:

  • Potassio (804 mg – 40% VNR)
  • Rame (0.33 mg – 33% VNR)
  • Manganese (0.57 mg – 29% VNR)
  • Ferro (3.2 mg – 23% VNR)
  • Calcio (173 mg – 22% VNR)
  • Magnesio (74.2 mg – 20% VNR)  

Dosi consigliate

Ogni confezione da 1kg di fichi secchi contiene circa 32 porzioni da 30 g che apportano:

  • il 12% del valore nutritivo di riferimento di Potassio;
  • il 10% del valore nutritivo di riferimento di Rame.

I fabbisogni individuali variano in funzione dell’età, del sesso, del peso e dell’attività fisica. Un’alimentazione varia ed equilibrata e uno stile di vita sano sono alla base del tuo benessere.

Prezzo conveniente

Per noi prezzo conveniente significa proporre fichi essiccati senza zuccheri aggiunti (contiene naturalmente zuccheri) accessibili a tutti. Vogliamo, da un lato, dare il giusto valore alle materie prime per ottenere un prodotto di qualità, dall’altro soddisfare le tue esigenze di prezzo.

Stabiliamo infatti relazioni eque e di lungo termine con i nostri produttori, lontani dalla logica del prezzo più basso e basate sulla fiducia, cercando di offrirti il prodotto migliore e più naturale possibile.

Non solo, scegliendo grammature superiori dei fichi essiccati contribuisci anche tu alla riduzione dell’uso di plastica.

Conservazione

Puoi conservare i fichi essiccati in luoghi freschi e asciutti, lontani da fonti di calore e umidità. Ecco 4 consigli utili:

  • La condizione ideale di mantenimento dei fichi essiccati è in ambiente refrigerato. I fichi essiccati Frutta e Bacche possono anche essere conservati senza problemi a temperatura ambiente durante la stagione invernale date le basse temperature. Durante l’estate invece è consigliabile conservare in frigorifero o in ambienti il più freschi possibile, in quanto l’aumentare delle temperature potrebbe favorire il deperimento dei prodotti.
  • Il contenitore ideale in cui conservare i fichi essiccati è il vetro. Grazie alla sua costituzione infatti è impenetrabile ad agenti chimici e gassosi, e avendo ottime capacità isolanti termiche mantiene per un tempo più lungo la temperatura iniziale rispetto agli altri materiali. Se il vetro è colorato tanto meglio: utilizzando vetri colorati si impedisce l’ingresso di alcune lunghezze d’onda di luce (inclusa quella ultravioletta) e quindi alcune caratteristiche nutrizionali ed organolettiche rimangono inalterate.
  • È importante anche il tipo di chiusura del contenitore: un tappo ermetico fa sì che l’alimento sia protetto da un eccessivo contatto con l’ossigeno che può condurre a ossidazione lipidica e che può essere essenziale per i batteri aerobi.
  • L’ambiente è sempre bene che sia ben areato: ventilando i locali si mantiene sotto controllo l’umidità interna che fuoriesce dalla finestra, garantendo il giusto equilibrio, il che aiuta a sfavorire l’insorgere di muffe.

Opinioni

Filtro recensioni


Clicca qui per lasciare una recensione


Buonissimi Barbara C. il giorno 04/04/2019 Veramente buoni, ci vorrebbero confezioni più grandi!
Consegna velocissima
rating
FICHI SECCHI NATURALI FEDRA G. il giorno 07/03/2019 BUONI, GRANDI, SENZA CONSERVANTI. rating
Buonissimi Giulia S. il giorno 25/01/2019 Morbidi e gustosissimi, messi nell'insalata sono il top rating
Energetici Danilo A. il giorno 19/01/2019 Merenda pratica e sana. rating
Buoni Mario d. il giorno 19/01/2019 Molto buoni e gustosi rating
FICHI SECCHI NATURALI FEDRA G. il giorno 30/11/2018 BUONI, GRANDI, UN POCHINO ASCIUTTI PERCHE' SENZA CONSERVANTI E AMMORBIDENTI. rating
fichi Milena P. il giorno 31/10/2018 Ottimi rating
  


Prodotti consigliati

Euro Company Srl Società Benefit - Via Faentina 280/286, Godo, 48026 - Russi (RA) - Italia
Telefono: (0039) 0544 - 416711
Email: info (at) fruttaebacche.it
Serve aiuto?
Chiama
Live chat